CERTIFICAZIONE ENERGETICA DELLA CASETTA IN LEGNO

CERTIFICAZIONE ENERGETICA DELLE ABITAZIONI

La certificazione energetica (ACE - Attestato Certificazione Energetica) delle abitazioni può essere rilascita solo se l'edificio possiede un impianto di riscaldamento. Inoltre è necessario specificare altre informazioni obbligatori come la zona di posizionamento dell'edificio (in quanto determina le temperature esterne a cui è soggetto durante l'anno) e come l'edificio stesso è orientato con le sue pareti esterne e se ha altri edifici adiacenti (a contatto o in prossimità). L'isolamento termico di un materiale è definito dalla sua conducibilità termica ha come unità di misura il Lambda, espresso in [W/mK]. Invece, se consideriamo un elemento costruttivo parliamo del coefficiente totale di trasmissione termica U espresso in [W/m2K]. Nel certificato è indicata la quantità di energia consumata annualmente dall'edificio, vale 10 anni e riporta dettagliate informazioni sull'involucro edilizio e sugli impianti tecnologici installati. Un certificato energetico contiene un elenco di classi e un indicatore che indichi in che classe si trova l'edificio che desideriamo acquistare. Le classi partono dalla lettera A+ (casa passiva a consumo zero) e arrivano alla lettera G: la classe A indica un consumo molto basso, mentre la classe G un consumo molto alto. Il valore indicato viene espresso in "kWh/mq anno" (indice dell'efficienza energetica degli edifici) che rappresenta il fabbisogno energetico per metro quadrato in un anno necessario per il riscaldamento, per la produzione di acqua calda e per il raffrescamento estivo. Includendo inoltre il consumo energetico dell’illuminazione e degli apparecchi elettrici, si ottiene l'indice energetico complessivo.

CERTIFICAZIONE ENERGETICA CASETTA IN LEGNO

 

CERTIFICAZIONE ENERGETICA DELLE CASETTE IN LEGNO

Le casette in legnobungalow in legnochalet in legno e garage in legno con sistema BLOCKHOUSE possono essere certificate energicamente solo dopo la loro installazione in un luogo specifico e dopo aver installato al loro interno un sistema di riscaldamento (o di climatizzazione invernale/estivo). Comunque, essendo il legno una fibra ad alto isolamento termico, la capacità di isolamento termico dell'intera casetta in legno è molto elevata. Si noti, infatti, che le case in legno arrivano alla classe-A con spessore dei muri molto più sottile rispetto le classiche case con pareti in laterizio.

 

CERTIFICAZIONE ENERGETICA PER LA CASETTA IN LEGNO DI ABETE NORDICO

Ricordando che "ALTO isolamento = BASSA trasmittanza termica", e che la trasmittanza termica del legno massiccio di abete è calcolabile come di seguito:

  • la conduttività dell'abete nordico è tra 0.13 e 0.15 [W/mK], in base alla tipologia/morbidezza del legno (più morbido = 0,13)
  • lo sessore della parete in legno di abete può essere da 28mm a 70mm: supponendo lo spessore pari a 70mm
  • la trasmittanza U=conduttività/0.07 , quindi risulta: 0.13/0.07m = 1.8 W/m2K

 

Come si comporta il legno come isolanete termico in estate ed in inverno?

  • in INVERNO sono necessari 30cm di spessore di parete di legno massiccio per avere una trasmittanza U=0,4 W/m2K (quanto generalmente prescritto per le case in classe A)
  • in ESTATE sono sufficienti 14cm di spessore di parete di legno massiccio per avere uno sfasamento dell'onda termica esterna di 10 ore (quanto generalmente prescritto per le case in classe A)

 

Concludendo, si può stimare che una casetta in legno con assi in legno massiccio di abete nordico raggiunga sempre ottimi risultati di efficienza energetica (a prescindere dagli impianti installati e dalla zona di riferimento), quindi indicativamente la classe energetica C. Se poi si desidera aumentare l'isolamento termico invernale è sufficiente aggiungere un piccolo cappotto alla parete (cappotto esterno o interno e realizzato con pannelli isolante).

 

QUALI INFISSI PER LE PARETI IN LEGNO BLOCKHOUSE

Il serramento in legno ha un valore di trasmittanza compreso tra 1,8 e 2,2 W/m2K, che dipende dallo spessore del legno utilizzato e del vetro utilizzato (doppia camera, tripla camera, ecc.). Si noti invece che la trasmittanza termica degli infissi in alluminio è maggiore di quella del legno e va dai 2,2 W/m2K fino ai 7,0 W/m2K, quindi il legno è un buon isolante e il suo utilizzo per pareti massiccie, infissi e serramenti è una scelta che segue la direzione del risparmio energetico, nel segno del minimo spreco.