MOLTI CLIENTI COMPRENDONO LA QUALITA'

Il mercato delle casette da giardino in legno è stato da sempre caratterizzato dai prodotti di basso costo ed ovviamente anche di bassa qualità. Infatti, il costo di una casetta in legno è caratterizzato soprattutto dalla qualità dei legni utilizzati e secondariamente dai costi di manodopera necessaria alla realizzazione. Quindi la politica di CASETTE ITALIA di produrre solo casette con legni certificati-FSC, provenienti solo dai produttori di legni altamente controllati e l'utilizzo solo di abete bianco nordico a lenta crescita, non era scontato che fosse apprezzata dal mercato italiano. Siamo felici, quindi, che il mercato ci abbia riconosciuto come un player focalizzato sulla qualità, come spesso i commenti dei nostri clienti e potenziali clienti che hanno toccato con mano i nostri prodotti ci raccontano.

In questa ottica di soddisfazione del cliente sopratutto per la qualità del prodotto finito attraverso la qualità dei materiali e delle lavorazioni, ci siamo imposti di non costruire casette di spessore 25mm, 22mm, 20mm, 18mm, 16mm e 13mm come invece si trovano in tanti centri garden oppure presso i grandi centri per il faidate oppure i vivai.

In linea con i grandi mercati delle casette in legno europei, Germania e UK in testa, crediamo che una casetta in legno debba durare molti anni e quindi la costuiamo affinche possa durare a lungo. Rimane poi al cliente effettuare un buon uso della casetta ed una buona manutenzione ordinaria periodica. Ad esempio raccomandiamo di non fissare scaffalature, mobili, mensole direttamente alle pareti in sistema blockhouse in quanto si rischia di "iper-bloccare" le pareti in legno durante la loro naturale espansione/ristringimento annuale dovuto a temperatura, umidità dell'aria, sito specifico di montaggio, assestamento del terreno sottostante il basamento, ecc. Il modo corretto di effettuare dei fissaggi alle parei è di utilizzare "placchette con asole" dove l'asola deve essere disposta verticalmente in modo da permettere che le assi perimetrali possano leggermente espandersi/restringersi in modo uniforme in tutta la loro lunghezza nel corso delle 4 stagioni. Quando invece si vanno a fissare delle assi tra loro capita che poi la parte libera di tali assi si possa muovere naturalmente mentra la parte fissata rimanga bloccata provocando fessuramenti in parte della parete.

Aggiungi un commento