Ecco perché le casette di legno sono le migliori in caso di terremoto

casette di legno terremotati, casette antisismiche

Il legno è noto per essere il materiale da costruzione più leggero e flessibile fra quelli comunemente impiegati in edilizia. Questa sua proprietà lo rende anche il prodotto più idoneo per la realizzazione di edifici antisismici. Ma vediamo meglio nel dettaglio perché i bungalow in legno e le casette di legno possono considerarsi come le migliori abitazioni antisismiche in assoluto. Una casetta di legno è la soluzione ideale se si vuole vivere in una costruzione sicura e affidabile anche in caso di terremoto.

Ecco alcuni dei motivi:

  • grazie alle sue proprietà di leggerezza e flessibilità il legno tollera elasticamente le deformazioni. Questa caratteristica si evidenzia durante l’azione del terremoto, poiché la maggiore deformabilità del legno consente di tollerare meglio l’onda sismica
  • le forze che intervengono in caso di terremoto su un edificio sono direttamente proporzionali alla massa dell’edificio stesso. Nel caso del legno la massa è circa ¼ in meno rispetto a quella del calcestruzzo. Ciò significa che le abitazioni in legno subiscono un impatto distruttivo del sisma notevolmente ridotto rispetto le costruzioni in muratura
  • gli edifici moderni in legno a sistema BLOCKHOUSE sono studiati con incastri negli angoli e senza fissaggi rigidi. Le casette di legno, quindi sono molto più robuste in caso di terremoto rispetto a quelle realizzate con pilastri in calcestruzzo.
  • lo stabile costruito in legno non è un monolite, ma è costituito da più elementi come le pareti ed i solai incastrati tra loro sugli spigoli degli stessi (per mezzo di connessioni meccaniche di grande robustezza del sistema blockhouse. Queste mantengono facilmente l’elasticità dell’edificio contribuendo a disperdere l’energia propagata dal terremoto ed evitando il collasso strutturale (anche gli antichi conoscevano perfettamente le notevoli proprietà del legno, basta pensare ai numerosi templi lignei che i Giapponesi costruirono secoli fa e che ancora, dopo centinaia di anni e diversi terremoti, sono al loro posto).
  • in caso di incendi, le abitazioni in legno sono quelle che meglio si prestano a essere riparate. In molti casi, infatti, è sufficiente sostituire i giunti e le parti danneggiate per renderle nuovamente agibili.

 

La casetta di legno del progetto Sofie

La ricerca più famosa che avvalla quanto citato è lo studio del CNR-IVALSA, conosciuto sotto il nome di “progetto Sofie”. Gli scienziati hanno realizzato un edificio in legno di 24 metri di altezza che è stato poi sottoposto a un durissimo test antisismico di magnitudo 7,2 della scala Richter, l’edificio è rimasto indenne.

 

Cantiere veloce, pulito, ben organizzato

Oltre alla resistenza ai terremoti, le casette in legno hanno altri vantaggi interessanti: sono molto veloci da costruire, lasciano assolutamente ordinato e pulito il cantiere o il giardino dato che non sono necessarie dei tagli o affini, e permettono una organizzazione del cantiere eccellente.

Aggiungi un commento